WP-4 Rough Wolf

Discussioni su tecniche, materiali sul mondo del survival e non solo...
Avatar utente
Damir
Amministratore
Messaggi: 540
Iscritto il: 07/03/2012, 20:25
Allievo del WP: Sì ho partecipato ai corsi
Località: Treviso
Contatta:

Re: WP-4 Rough Wolf

Messaggioda Damir » 27/09/2016, 11:43

Quesito giunto in PM, dato che potrebbe essere di interesse generale diamo una risposta pubblica:

******************************
Buongiorno, avrei bisogno di chiedervi un favore e non riuscendo a trovare un contatto per il sig. paolo Bozzo, chiedo a voi:

possiedo un WP4 ed avrei la necessità di smontare il fodero nei due semigusci per pulirlo, purtroppo però le viti che li tengono uniti non si svitano in quanto gira tutto assieme ( vite e dado barilotto ) . avete qualche consiglio da darmi su come tenere fermo il barolitto senza rovinare nulla ?

grazie mille
saluti
(firmato)
**********************************
Ciao,
Onestamente non vedo il motivo di smontare il fodero al solo fine della pulizia, i due gusci sono appositamente tenuti separati da spacers pertanto per rimuovere lo sporco dall interno basta un getto d'acqua... metti anche che, se c'è qualcosa di incastrato, lo potresti eliminare con la lama del taglierino.
Comunque ... se il "barilotto" gira significa che lo hai già spianato. Quel barilotto ha, verso l'esterno, delle rigature che si piantano nella plastica per tenerlo fermo. Siccome le viti sono bloccate con frenafiletti (su alcune si vede quel residuo blù) , prima di forzare "abbbestia" per smontarle bisognava supportare la tenuta barilotto/plastica con una pinza.
Ora potresti solo tentare di ripristinare la tenuta barilotto/plastica con un qualche micro goccia di attak tutto attorno stando ben attento che la colla non finisca sulla parte interna altrimenti si incolla anche la vite.

Comunque ... se non c'è un reale bisogno di smontare qualcosa, è meglio non farlo ... specialmente non smontare procedendo per tentativi, si rischia di svegliare i spiriti maligni che ci abitano! :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
Damir
Amministratore
Messaggi: 540
Iscritto il: 07/03/2012, 20:25
Allievo del WP: Sì ho partecipato ai corsi
Località: Treviso
Contatta:

Re: WP-4 Rough Wolf

Messaggioda Damir » 11/10/2016, 9:58

:shock: ?!?!?!?! RESPECT ASSOLUTO!
Tutti sull'attenti e giù il cappello per questo ragazzo qui:

http://www.avventurosamente.it/xf/threa ... wp4.44799/


Stò qui usa il WP4 come se fosse una multicombinata industriale !!!!! Presidente! Informati chi è e mandagli un encomio per abilità ed impegno!


P.S.
Con quella recensione ha asfaltato SUL CAMPO un infinità di esperti segaioli da tastiera! LO AMO! :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
Iena
Amministratore
Messaggi: 197
Iscritto il: 07/03/2012, 11:57
Allievo del WP: Sì ho partecipato ai corsi
Località: Mondo
Contatta:

Re: WP-4 Rough Wolf

Messaggioda Iena » 12/10/2016, 23:46

Finalmente uno che testa le cose prima di giudicarle. E il ragazzo si capisce bene che non è un improvvisato, anzi!
Eccellente!!! Bravo, attento, preciso e con un'ottima dialettica!
Iena
"la vostra rinuncia è per noi motivo di onore e gloria..."

Avatar utente
Damir
Amministratore
Messaggi: 540
Iscritto il: 07/03/2012, 20:25
Allievo del WP: Sì ho partecipato ai corsi
Località: Treviso
Contatta:

Re: WP-4 Rough Wolf

Messaggioda Damir » 13/10/2016, 1:00

Certo che ... Han si infila nel sacco a pelo con gli stivali addosso perchè gli secca slacciarli ... io dormo per terra perchè mi secca tirare fuori dallo zaino il sacco a pelo per una notte ... è quello li ?!?!?! e niente, abbatte 7 -8 tronchi modello palo del telefono per farsi una sedia e lavorare comodo su quel casso di trapano da museo delle belle arti ... Han, siamo proprio con l'ignoranza abbbestia eh. :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
Iena
Amministratore
Messaggi: 197
Iscritto il: 07/03/2012, 11:57
Allievo del WP: Sì ho partecipato ai corsi
Località: Mondo
Contatta:

Re: WP-4 Rough Wolf

Messaggioda Iena » 17/10/2016, 22:58

:D :D :D :D :D :D
Iena
"la vostra rinuncia è per noi motivo di onore e gloria..."

Avatar utente
Damir
Amministratore
Messaggi: 540
Iscritto il: 07/03/2012, 20:25
Allievo del WP: Sì ho partecipato ai corsi
Località: Treviso
Contatta:

Re: WP-4 Rough Wolf

Messaggioda Damir » 31/10/2016, 15:42

Domanda che spesso ci giunge via mail: “Come affilare il WP-4?”

Risposta del buon Jena: “Bocia, intanto vedi di lavorarci abbastanza da consumare il filo!” :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Premettendo che :
- il filo del WP-4 “out of the box” rade i peli … il che è anche esagerato per un coltello con la sua destinazione d’uso.
- che, data la sua capacità di tenere il filo, se vi trovate a dover affilare il WP-4 sul campo significa che avete fatto legna quasi tutte le settimane per un anno senza neanche lavare il coltello. Personalmente ci perdo una mezz’oretta per la manutenzione ogni fine stagione. Più per il piacere personale di tenere l’attrezzo in ottime condizioni che per il reale bisogno. Caso mai, ogni tanto, serve una buona pulizia e un paio di passate sull’acciaino.
E qui voglio proprio dire che chi si pone questo problema o è uno che vive in montagna 365 gg all’anno ( ma in questo caso non avrebbe il tempo per mettere migliaia di msg sui forum) o è uno che vive 366 gg/anno sul divano pontificando sui forum di coltelli/survival/eccecc.
Di certo non ha il WP-4! :mrgreen:

Premettendo anche che ci sono dei professionisti che fanno bene il loro lavoro di affilatura .. ma, come scrissi una 20-ina di anni fa, un coltello affilato è sempre un motivo di orgoglio per il suo possessore a maggior ragione se il lavoro lo ha fatto lui personalmente. 8-)

Personalmente provo molta soddisfazione quando, dopo aver affilato un coltello, faccio "la prova del 9" sul dorso del braccio e vedo i peli che saltano via appena toccano la lama. Morale: quando vedete un uomo con il braccio "rasato" a chiazze, è uno che si affila le lame da solo. 
Per affilare i coltelli ci vuole un po’ di manualità, alcune conoscenze e strumenti adatti. Senza pretendere di fare una guida tipo “the ultimate arrotino” vi spiego come affilare il WP-4, o almeno io lo faccio così. Chi è alle prime armi è meglio che, prima di massacrare un coltello importante, si eserciti per un po’ su un “ferro” da 2 soldi.
Cos'è l'affilatura?

Cit. “L'affilatura è l' ultima fase, di solito manuale, nel perfezionamento del taglio di una lama. Durante la fabbricazione delle lame, l'affilatura viene eseguita dopo l’arrotatura e conferisce al filo della lama le massime capacità scissorie.”

Per raggiungere un buon risultato bisogna usare attrezzi idonei.
La pietra abrasiva o pietra cote. L'affilatura si esegue con la pietra abrasiva. Normalmente per affilare una lama molto usata o rovinata conviene partire con una pietra a grana media (300 o 400 Grit – grit è l’unità di misura per la “ruvidezza” della pietra) per poi passare a una pietra con grana più fine (600 Grit) e, se desiderate una finitura lucida, finite il lavoro a grana extra fine (1200 Grit). Dovreste quindi avere almeno 3 pietre con la granatura sopra indicata. Più le pietre sono grandi e più facile risulta il lavoro, le misure minime sono 5cm X 20 cm. Personalmente uso tutte le comuni pietre (sia naturali che sintetiche) "a secco", cioè senza bagnarle con l'acqua o olio. (okkio che pietre particolari, tipo la pietra Giapponese, richiedono espressamente l'uso dell'acqua per funzionare). Il liquido ha la funzione di raffreddamento ma, lavorando a mano, non riuscirete comunque surriscaldare la lama, per contro, il liquido è lubrificante e quindi rallenta il lavoro.
Le pietre naturali hanno un loro fascino ma quelle sintetiche sono le più diffuse, più efficaci e più facili da usare e mantenere. Provate i diversi materiali e scegliete quelli che usate con più soddisfazione. Per coltelli da lavoro le pietre che trovate nei consorzi agrari a 5-6€ vanno bene.

L'acciaino è quel attrezzo che si vede spesso in mano ai macellai, loro passano sempre per alcune volte il coltello sull'acciaino prima di iniziare a servire un nuovo cliente. Contrariamente a quello che potrebbe sembrare, l'acciaino non serve per affilare ma serve per raddrizzare ed allineare il filo della lama, infatti, non è abrasivo. L'uso dell'acciaino previene l'usura e mantiene la lama efficace per molti tagli. L'acciaino lo potete acquistare ma qualsiasi tondino levigato, come anche il bordo stondato del finestrino della macchina può servire allo scopo.

Come procedere?
Intanto dobbiamo stabilire l'angolo del filo da realizzare. L'angolo di affilatura e l'angolo risultante dall’incontro di due rette ideali: una passante per il centro del piano della lama e l'altra tangente alla superficie di affilatura.
Quando affilate il WP-4 consiglio di mantenere l'angolo che il filo aveva precedentemente. Un modo empirico per scoprire l'angolo esistente è di passare con il pennarello indelebile il filo esistente e di fare qualche passata con la pietra fine provando con angolazioni diverse. Avrete trovato l'angolo giusto quando le vostre passate cancellano il segno del pennarello per tutta la larghezza del filo. Poi, con un pò di pratica, riuscirete a “sentire” la risposta della pietra quando beccate l’angolo giusto.
È fondamentale mantenere questo angolo mentre si lavora con la pietra!
Per facilitare il lavoro potreste utilizzare una morsa, fare in legno un piano sul quale fissare la lama con l'inclinazione desiderata per lavorare poi mantenendo la pietra parallela al piano.
L'affilatura a mano ha due principali scuole di pensiero; la prima ritiene migliore il metodo nel quale la pietra resta fissa su un piano e bisogna muovere il coltello, con movimento rotatorio e senza sollevare la lama dalla pietra mentre per la seconda bisogna tenere la lama, con l'angolazione desiderata, fissa su un piano mentre l'altra mano muove la pietra che deve essere tenuta parallela al piano di lavoro sopra la lama in lavorazione. Io mi trovo meglio con il secondo sistema perché mi risulta più intuitivo mantenere il movimento della pietra parallela al piano che muovere il coltello mantenendolo correttamente inclinato.
Procedimento: Prima di tutto date una decina di passate con l’acciaino per allineare il filo. Poi, dopo aver trovato l’angolo del filo da realizzare e aver deciso come tenere il coltello in posizione (morse, piano apposito oppure semplicemente tenuto con la mano (dorso appoggiato al tavolo ed il pollice sotto la lama a tenere l’inclinazione desiderata) cominciate a lavorare tenendo la pietra parallela al tavolo e appoggiatela sul filo della lama. La lama va affilata con un movimento rotatorio esercitando una leggera pressione quando si va in "contropelo”. Controllate il lavoro e continuate l'azione, sullo stesso lato, finché non si crea il truciolo di bava sull'altro lato del filo (lo sentite con l'unghia). A questo punto rigirate il coltello e tenendolo in modo da formare LO STESSO angolo di prima cominciate a lavorare dall'altro lato. Proseguite con l'azione fino a eliminare la bava che si era creata e poi continuate fino a formare la bava sul lato opposto. La formazione della bava è fondamentale, significa che il filo della lama è sufficientemente fine da permettere il taglio. Se vi fermate prima di formare la bava il filo del coltello non potrà essere affilato come si deve. Molti consigliano di dare 10 "colpi" da una parte e poi 10 "colpi" dall'altra, ma usando questa tecnica si corre il rischio di cambiare l'angolo di lavoro e questo si traduce in un scarso risultato finale. Insistete sulla stessa parte e con lo stesso angolo finché sul lato opposto non si forma la bava, poi girate la lama e ripetete il processo finché non si comincia a formare la bava sul lato opposto. Appena la sentite sotto l'unghia fermatevi. Ora bisogna rimuovere la bava.
Prendete il coltello in mano e cominciate a passare la pietra lungo tutto il filo, delicatamente e mantenendo sempre l'angolo costante. Quando non sentite più la bava con l'unghia, prendete una pietra più fine e ripetete il processo dall'inizio. Coltello in appoggio, stesso angolo di prima, passate la pietra su un lato finche non si forma la bava, rigirate, passate sul lato opposto fino a sentire la bava sull'altro lato, prendere il coltello in mano e passare la pietra alternativamente sui due lati fino a eliminare ogni traccia di bava. Per controllare se avete fato un buon lavoro guardate la lama in controluce, sul filo non si devono vedere i riflessi. A questo punto passate alcune volte la lama sull'acciaino.
Fine.

Avatar utente
Iena
Amministratore
Messaggi: 197
Iscritto il: 07/03/2012, 11:57
Allievo del WP: Sì ho partecipato ai corsi
Località: Mondo
Contatta:

Re: WP-4 Rough Wolf

Messaggioda Iena » 31/10/2016, 20:47

Sempre sintetico broh :) Grazie!
Iena
"la vostra rinuncia è per noi motivo di onore e gloria..."

Avatar utente
Damir
Amministratore
Messaggi: 540
Iscritto il: 07/03/2012, 20:25
Allievo del WP: Sì ho partecipato ai corsi
Località: Treviso
Contatta:

Re: WP-4 Rough Wolf

Messaggioda Damir » 07/11/2016, 13:03

Il 5-6 novembre 2016 eravamo presenti nello stand di Maxblade alla fiera Culter Expò 2016 di Novegro (MI), a disposizione di coloro che desideravano delucidazioni sulle caratteristiche e l'uso dell'oramai mitico WP-4. 8-)

Ringraziamo il buon Max per l'ospitalità e tutti coloro che sono passati per salutarci/conoscerci.

Alcune foto dell'evento le trovate qui:

http://www.wolfpacksurvival.it/foto/thu ... ?album=143
Allegati
Culter2016a.jpg
Culter2016a.jpg (191.59 KiB) Visto 1482 volte

Avatar utente
Damir
Amministratore
Messaggi: 540
Iscritto il: 07/03/2012, 20:25
Allievo del WP: Sì ho partecipato ai corsi
Località: Treviso
Contatta:

Re: WP-4 Rough Wolf

Messaggioda Damir » 08/11/2017, 0:23

Presenti anche il 4-5 novembre 2017 alla fiera Culter Expò di Novegro (MI) sempre a disposizione di coloro che desideravano delucidazioni sulle caratteristiche e l'uso del WP-4 ma anche di altri coltelli disponibile da Maxblade.

Ringraziamo il buon Max per l'ospitalità e tutti coloro che sono passati per salutarci/conoscerci.
Allegati
CutlerExpo2017.jpg
CutlerExpo2017.jpg (184.3 KiB) Visto 811 volte


Torna a “Tecniche e Materiali”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite